Il Merletto di Offida, l’Artigianato femminile delle Marche!

2

 

Merletto a Tombolo di Offida
La Lavorazione del Merletto a Tombolo di Offida

La meraviglia del grande artigianato italiano riguarda la sua storia millenaria fusa alle tradizioni della gente comune. Ed è storia delle nostre genti la diffusione fra i diversi sessi di tradizioni artigiane differenti, così da avere un vero e proprio mondo artigiano femminile che in tutto e per tutto ha una rinomanza uguale se non superiore a quello maschile. In quest’universo fatto di fantasia e accuratezza rientra il famoso merletto di Offida, piccola e bellissima cittadina delle Marche. Il merletto a tombolo di Offida è realizzato con refe di canapa, o di lino o di cotone e con fili di oro e di argento; quest’arte parte dalla tradizione popolare per poi affinarsi e ingentilirsi ancora di più grazie al lavoro svolto negli istituti religiosi. In particolare fu per merito delle suore Benedettine, giunte a Offida nel 1655, che la pratica del merletto acquistò il carattere di massa. Talmente di massa è diventata la tradizione merlettaia a Offida che dal 1983 è possibile ammirare il monumento alle merlettaie, icona di un mondo secolare che è arrivato fino a noi. Per fortuna, infatti, tutti quelli che si recano in estate a Offida potranno ammirare signore giovani o anziane sull’uscio di casa intente a lavorare in base ai tre punti più diffusi: il punto Rinascimento, il punto Venezia e il punto antico. Esiste inoltre un Museo del Merletto che raccoglie i pezzi più pregiati del merletto a tombolo offidano e che ospita ogni anno l’esposizione dei lavori che partecipano al concorso “Il Fusello d’Oro“.

Commenta questo post

2 COMMENTI

  1. buona giornata ,vorrei porre due domande ,la prima è se il merletto offidano è lo stesso di quello aquilano ,la seconda è de avete corsi in dvd e il rispettivo prezzo.
    Grazie

    • Ciao Marinella,
      buongiorno anche a te. Il merletto aquilano possiamo ritenerlo unico in Italia per il tipo di lavorazione (è completamente lavorato a fuselli) e è molto simile al merletto lavorato in Belgio, precisamente a Bruges. Nei diversi centri di lavorazione italiana (Offida, Scanno, Isernia, Burano ecc…) si sono sviluppate poi nel corso dei secoli tecniche di lavorazione locali che hanno personalizzato i diversi merletti italiani.
      Dalle tue parole comprendiamo la tua ammirazione per quest’arte, hai già provato a lavorare il merletto?

      Relativamente ai corsi in dvd, al momento non ne abbiamo, ti faremo sapere appena ci saranno novità.
      A presto,
      Il Team Artigianato_Italiano

LASCIA UN COMMENTO